1. Condividi su Facebook Condividi via E-Mail Condividi su Twitter

    Il sogno del giardino
    978-88-6965-410-7

    Cottinelli Vincenzo

    €17.00 €20.0015%



    24x24 cm
    88 pagine
    46 fotografie in b/n
    brossura con bandelle

    Sfoglia il libro

     


    Penseremo al giardino, mondo di piccole cose, ciottoli, petali, foglie, dita, lingue, sementi. Sequenze di convergenze e divergenze, ordine e dispersioni, trasparenze di strutture, pause di sabbia e di acqua, favole minuscole.
                      

    António Ramos Rosa


    Il volume Il Sogno del giardino presenta il racconto personale e poetico di un giardino pensile, quasi segreto, realizzato agli inizi dell’800 sopra i terrapieni delle mura medievali di Brescia, ora all’interno di un vecchio palazzo.
    Cottinelli è noto da tempo per i suoi ritratti di scrittori, per copertine illustri (Meridiani Mondadori), per aver fotografato anni di amicizia con Tiziano Terzani, ma anche per reportage sociali. Questa è un’opera fotograficamente e poeticamente preziosa, realizzata in bianco e nero, con vecchie fotocamere analogiche di medio formato. Ogni immagine rivela la pellicola che l’ha generata, i suoi bordi spesso irregolari, i fasci di luce abusivamente penetrati nella camera obscura, gli scatti contigui uniti nella stessa stampa.
    La sua non è  una descrizione botanica, ma una trascrizione di emozioni visive. Anzi, di emozioni quasi oniriche, avvolte da un alone sonnolento, ombroso, fatte di contrasti profondi ma non violenti. Parlano di un luogo speciale, a volte selvaggio, a volte addomesticato.
    Le immagini seguono l’alternanza dei toni, delle forme e delle atmosfere che il giardino assume nello scorrere del tempo: dalla vivacità della fioritura, alla nevicata furibonda, dai pomeriggi di calore mediterraneo al rigoglio di forze vegetali in movimento. L’autore ha colto il raro combinarsi di ombre vegetali e umane, e ha fatto proprie le “licenze poetiche” causate dagli errori delle vecchie fotocamere.
    Il libro è impreziosito da una poesia del portoghese Antònio Ramos Rosa tradotta e presentata da Alessandra Mauro, e da un poemetto di Francesco Scarabicchi composto per l’occasione.


    Vincenzo Cottinelli nasce a Brescia nel 1938, fotografa soprattutto in bianco e nero. Ha collaborato con varie agenzie, tra cui Grazia Neri e Opale. Ha pubblicato ritratti di intellettuali e reportage sociali e di viaggio su numerosi quotidiani e riviste. È tra i fondatori de “il biancoenero” Associazione per la Fotografia; ha inoltre fondato e dirige la galleria fotografica “La Stanza delle Biciclette”. Autore di numerosi libri fotografici, ha contribuito alla sezione iconografica di vari volumi e ha esposto in Italia e all’estero in mostre personali e collettive.




    www.vincenzocottinelli.it


Chi ha acquistato questo libro ha comprato anche