1. Condividi su Facebook Condividi via E-Mail Condividi su Twitter

    Robert Mapplethorpe
    978-88-6965-338-4

    Mapplethorpe Robert

    €24.65 €29.0015%



    21x19 cm 
    220 pagine 
    146 fotografie in b/n
    cartonato con sovracoperta

    Sfoglia il libro
     

    Robert Mapplethorpe è senza dubbio uno dei fotografi più provocatori e raffinati mai apparsi sulla scena della fotografia mondiale. Inspirato e attratto dalla scultura e dall’arte classica e rinascimentale, Mapplethorpe ha saputo trasportare questa estetica al suo tempo e alla sua cultura: la New York trasgressiva degli anni ’80. Il suo sguardo estremo si intreccia così con un elegante formalismo estetico che modella tutta la sua opera: dai nudi maschili alle foto di fiori e bambini, dagli autoritratti alle immagini scattate ai suoi compagni di strada. A partire dagli anni Ottanta, Mapplethorpe si dedica sempre di più alla rappresentazione del corpo e della sessualità estrema. I suoi nudi sono così eccessivi da provocare ancora oggi, ma a una visione attenta e rallentata l’osservatore non può che provare un senso di stupore e di ammirazione per la perfezione di quella bellezza plastica dal sapore classico, scolpita magistralmente dalla luce, e per la morbidezza di un bianco e nero incredibilmente elegante. Lo stesso sguardo percorre in maniera coerente tutta la sua opera e tutti i suoi soggetti, fin dalle primissime polaroid degli anni Settanta per arrivare ai fiori che l’autore riesce a caricare di una sensualità provocatoria e avvolgente. 
    Trasgressione e classicismo, pornografia e purezza: sono questi i binomi in cui si inserisce la rivoluzionaria opera di Robert Mapplethorpe. Questo libro raccoglie buona parte del suo lavoro e accompagna la grande mostra retrospettiva presentata a Forma Fondazione per la Fotografia di Milano. 


    Robert Mapplethorpe nasce nel 1946 a Long Island. Negli anni Sessanta frequenta la scuola per le arti applicate, il Pratt Institute di Brooklyn. In questi anni ha inizio il lungo sodalizio privato e artistico con la cantante Patti Smith. Dal 1971, comincia a dedicarsi alla fotografia. Mapplethorpe diventa presto l’enfant terrible della scena culturale di New 
    York, pubblicando le sue imagini shock del mondo gay e della scena underground newyorchese. Tra il 1980 e il 1982 ritrae ripetutamente la campionessa di body building Lisa Lyon. Negli anni Ottanta le sue fotografie sono esposte – spesso censurate e persino ritirate con l’intervento della polizia – nei più grandi musei e gallerie d’arte di tutto il mondo. Malato di Aids, Robert Mapplethorpe si spegne nel marzo del 1989 nel New England Deaconess Hospital di Boston.


Chi ha acquistato questo libro ha comprato anche