1. Condividi su Facebook Condividi via E-Mail Condividi su Twitter

    Fashion.
    978-88-6965-671-2

    AAVV

    €19.90



    25,5x30 cm
    296 pagine
    208 illustrazioni, 103 a colori
    cartonato con sovracoperta

    Sfoglia il libro

     

    La prima fotografia di moda fu probabilmente scattata dal grande Edward Steichen, fotografo americano di origine europea, nel 1911. Quell’immagine aeva già tutta la magia, il mistero, il sogno, il fascino che ancora oggi riconosciamo come gli elementi fondamentali delle grandi fotografie di moda.  Da allora, molti tra i maestri della fotografia internazionale - da Cecil Beaton a Irving Penn, da Helmut Newton a Mario Testino - sono riusciti con il loro talento, la loro tecnica e la loro creatività a trasformare la fotografia di moda in un linguaggio artistico di formidabile coerenza e forza visiva.
    Le fotografie di moda sono glamour, eleganti, bellissime, magiche. E molte tra queste sono nate nelle pagine delle riviste e dal lavoro di direttori e art director come Diana Vreeland o Alexander Liberman, che dalle pagine delle pubblicazioni Condé Nast hanno indirizzato, guidato e valorizzato la carriera dei grandi fotografi. Proprio la collaborazione creativa tra redazione e fotografo riesce a rendere la fotografia di moda innovativa, spesso provocatoria, ma sempre capace di catturare e anzi anticipare, lo stile del momento.

    Questo libro, e la grande mostra che l’accompagna, raccoglie i primi, preziosi lavori di autori celebri come Horst P. Horst, Erwin Blumenfeld, David Bailey, Guy Bourdin, Corinne Day, Deborah Tuberville e Solve Sundsbo, apparse nelle pagine di Vogue, Glamour e altre riviste Condé Nast.
    Nathalie Herschdorfer ha raccolto l’ampio materiale originale, negli archivi Condé Nast di New York, Parigi e Milano, per offrire in un solo volume non solo  il lavoro di oltre ottanta autori diversi, ma una sintesi formidabile della storia della fotografia di moda e dei suoi continui, mutevoli, incredibili cambiamenti.

    Con i contributi di Oliver Saillard, Direttore del Musée Galliera di Parigi, Sylvie Lécallier, responsabile della collezione fotografica allo stesso museo Galliera, e un’intervista esclusiva con Franca Sozzani, Direttore di Vogue Italia.

    Nathalie Herschdorfer è storica d’arte specializzata in storia della fotografia. Già curatrice al Musée de l’Elysée di Losanna, ora è direttrice del festival Alt. +1000 e inoltre collabora con la Foundation for the Exhibition of Photography (FEP). È l’autrice di Sfterwards: Contemporary Photography Confronting the Past ed è co-autore, con William A. Ewing, di reGeneration: 50 Photographers of Tomorrow, reGeneration2:Tomorrow’s Photographers Today e Faccia a faccia. Il nuovo ritratto contemporaneo.
    Silvie Lécallier è responsabile della collezione fotografica del Musée Galliera –di Parigi. Ha scritto spesso di fotografia di e ha curato numerose esposizioni.


    Oliver Saillard è Direttore del Musée Galliera di Parigi. Storico e curatore, ha lavorato su numerose esposizioni di moda e design, tra cui quelle dedicate a Christian Lacroix, Yohji Yamamoto, Sonia Rykiel e Madame Grès.

    Franca Sozzani è direttore di Vogue Italia e dal 1994 direttore editoriale di Condè Nast Italia.

    Ha lavorato con fotografi come Peter Lindbergh, Bruce Weber, Mario Testino, Steven Meisel e Miles Aldridge. È autrice di numerosi volumi di moda, fotografia e design, incluso A Noir: The Black Book, Valentino e British Artists at Work. Ha curato molte esposizioni e retrospettive dei più importanti fotografi di moda.