1. Condividi su Facebook Condividi via E-Mail Condividi su Twitter

    Lo Straniero N°196- ottobre
    978-88-6965-690-3

    A cura di Goffredo Fofi

    €10.00



    144 pagine
    10 euro
    brossura

     

    Persuasioni

    Approfondimenti dal mondo: Lea Nocera analizza la nuova politica turca dopo il fallito golpe, con un testo di Asli Erdogan scritto appena prima del suo arresto, Ugo Pipitone affronta la pacificazione tra Stato e Farc in Colombia, Etgar Keret le ipocrisie culturali della destra israeliana. Seguono notizie dall’Italia: Luigi Monti affronta il tema del nuovo anno scolastico dal punto di vista dei renitenti. Luigi Manconi parla invece della via per la legalizzazione della cannabis e Gabriele Vitello del terremoto e del “turismo umanitario” mentre Fofi si concentra sui super-redditi della Rai-tv e, a Sud, Marco Gatto e Mario De Marco parlano di un ennesimo festival letterario nei luoghi di Carlo Levi. Questa sezione presenta tre analisi della condizione dei braccianti immigrati in Puglia e altrove (di Mimmo Perrotta, Salif Guéibré e Leonardo Palmisano) e un ricordo di Guglielmo Minervini, amico e politico esemplare, a cura di Alessandro Leogrande.

    Orizzonti

    In questa sezione la riflessione di Achille Mbembe, uno dei maggiori pensatori africani, (anche se in Italia quasi lo si ignora), su “l’Africa nel nuovo secolo”. Segue il dialogo tra Fabio Gambaro e lo studioso francese Pierre Rosanvallon in cui si discute dei modi in cui sarebbe ancora possibile un buon governo. Le opinioni di Rosanvallon sono commentate o criticate da Luigi Ferrajoli, Gaetano Azzariti, Roberto Esposito, Ernesto Galli della Loggia, Carlo Formenti e Piergiorgio Giacchè.

    Arte e parte

    Qui Fabio Pusterla ricorda un grande poeta scomparso di recente, Yves Bonnefoy.  Maurizio Cecchetti ha visto invece le grandi mostre di Anselm Kiefer a Parigi e di Sigmar Polke a Venezia, cogliendone le affinità nel tema della colpa. Seguono quattro poesie donate da Paolo Lanaro dove si parla anche di poesia. Chiude la sezione, una introduzione di Franz Haas all’opera di Arno Schmidt.

    Opere/Giorni

    Stefano Velotti ricorda una singolare amica di “Lo straniero”, Pia Pera. Leogrande racconta un romanzo-storia di Kucinski sui desaparecidos brasiliani degli anni settanta. La trilogia “provinciale” di Kent Haruf è analizzata invece da Honegger. Villa parla dei lavori affrontati da Trevisan. Seguono le divagazioni di Kerangal su Lampedusa criticate da Alida Airaghi. In chiusura, la vasta rassegna di Pedullà sugli scrittori del nostro Sud scorsa da Gatto.

    Il racconto

    Di Marino Magliani, il bizzarro resoconto di una partita di “calciobalilla umano in Olanda” (non è un’invenzione dell’autore, esiste davvero); di Maurizio Lama, un fumetto “infantile”; di Cristina Lio, un pranzo di fine anno con recita di bambini, in un’oppressiva casa di riposo.

    La copertina di questo numero è di Fabian Negrin; le illustrazioni sono di Ahmed Ben Nessib; i disegni in apertura di sezione sono di  Oreste Zevola; il logo è di  Mimmo Paladino.


Chi ha acquistato questo libro ha comprato anche