1. Condividi su Facebook Condividi via E-Mail Condividi su Twitter

    Lo Straniero N°178 - aprile
    978-88-6965-590-6

    Direttore Goffredo Fofi

    €10.00



    144 pagine
    10 euro
    brossura

     

    Apertura
    Un testo di Kar Polanyi sulla scienza del futuro.

    Persuasioni
    Fatos Lubonja uno scrittore albanese con le idee chiare, discute la visione italiana del suo paese, Ugo Pipitone racconta un Messico senza più Stato e Marina Forti un’India incerta e violenta; Jamil Hilal propone per la Palestina e i suoi rapporti con Israele un futuro che non convince David Bidussa. Massimiliano Civica denuncia una riforma del teatro italiano che paragona a quella del ventennio fascista.

    Orizzonti
    Isabella Adinolfi ci parla di religione e misoginia a partire dal romanzo di Houellebecq, Raniero La Valle di papa Francesco e delle novità da lui portate nella chiesa a partire dal libro da lui dedicato a questo tema. Carlo Formenti discute le tendenze in atto nel capitalismo dei nostri tempi, ma anche dei modi in cui sarebbe possibile opporvisi.

    Arte e parte
    Nella poesia del ’900, non solo russa, Marina Cvetaeva ha un posto di primissimo piano, come ci confermano i versi tradotti da Annelisa Alleva. Ricordiamo Luca Ronconi, grande uomo di teatro, con Cristina Ventrucci e Goffredo Fofi e la scrittrice algerina Assia Djebar con un suo testo esemplare e una nota di Maria Nadotti.


    Opere/giorni
    “Giuda” di Oz è il miglior romanzo straniero da noi letto in questi mesi, ne parla Paolo Bettiolo; “Cattivi” di Torchio uno dei migliori degli italiani, ne parla Sara Honegger, insieme a quello di Angioni che recensisce Cossu. “Vizio di forma” di Anderson, visto da Morreale, è uno dei migliori film sugli Usa di ieri, ma anche di oggi. “Ritorni di fiamma”di Isnenghi è un’intrigante raccolta di saggi analizzata da Alessandro Casellato; i testi raccolti in “Tartufo” di Garboli sono una riflessione sulla politica e sull’Italia discussa da Giacopini. Charles Simic ricorda il poeta statunitense Mark Strand, Lea Nocera lo scrittore turco Yashar Kemal, Fofi l’editore Livio Garzanti, Nadotti la giornalista e scrittrice Grazia Livi e Lenzini l’intellettuale comunista Bruno Schacherl.

    Il racconto
    Carlo D’Amicis ci trasporta dentro un feroce mondo metaforico ma non troppo, Oscar De Summa monologa dal fondo di una grottesca provincia meridionale.

    La copertina di questo numero è di Ruggero Savinio, le illustrazioni sono di Simone Kesting