1. Condividi su Facebook Condividi via E-Mail Condividi su Twitter

    Lo Straniero N°172 - ottobre
    978-88-6965-539-5

    Direttore Goffredo Fofi

    €10.00



    17x24cm
    145 pagine
    brossura

    Sinossi

     

    Il nuovo numero è suddiviso in quattro sezioni: Persuasioni, Arte e parte, Opere/giorni e Il racconto.

    Persuasioni
    Si torna su temi centrali come il lavoro e l’ambiente, visti dalla fabbrica e dalla condizione operaia. Ciafaloni, Gallino, Toma e Leogrande, Viale, Bettin, Marcon raccontano. Da Milano, Pivetta ci aggiorna su Comunione e liberazione e la sua crisi. Da Napoli, Braucci ha seguito le reazioni popolari all’ennesima tragica morte di un adolescente. E ancora, tre interventi su Palestina e Israele: un appello di Desmond Tutu, una “lettera” di Stefano Nanni, uno sfogo di Kamel Daoud. Da Istanbul, Lea Nocera racconta cosa accade in Turchia dopo le ultime elezioni.


    Arte e parte
    Gli scrittori italiani raccontano come le loro scelte narrative rispondano o meno al bisogno di confrontarsi con la storia del nostro paese, e in tanti hanno risposto confermando la convinzione che gli scrittori siano molto più avanti (e più seri) dei politici e dei giornalisti. In questo numero: Giosuè Calaciura, Carlo D’Amicis, Elena Ferrante, Mario Martone (i cui ultimi film sono dei “romanzi storici”), Raul Montanari, Aldo Nove, Antonio Pascale, Giacomo Sartori, Roberto Saviano, Tiziano Scarpa, Walter Siti, Francesco Targhetta.   

    Opere/giorni
    Riferiscono sui migliori film visti a Venezia Mereghetti (con uno sguardo d’insieme e una scheda sul film di Oppenheimer), Morreale (sulla lezione di politica e antropologia di Maresco) e Fofi (sulla tragedia calabrese di Munzi e sul Leopardi di Martone). Vitello affronta le idee di Agamben sul raccontare, Benfante il “pianeta delle scimmie” di D’Amicis e Silvia Calamandrei gli anni della “rivoluzione culturale”. Maria Paola Guarducci ricorda vita e opere di Nadine Gordimer. Con 14 schede su romanzi, saggi, film e fumetti recenti.


    Il racconto
    Adania Shibli, che vive tra Berlino e Ramallah, sulla difficoltà di vivere su e tra i confini. Da Trieste, uno scritto postumo di Michele Zacchigna, “un cucciolo dell’esodo” dall’Istria che non ha accettato il ricatto identitario. Da Milano, Antonio Donato ci parla di “un uomo che sale le scale della metropolitana”... e infine le scende. Un fumetto sul partire di Alice Milani su testo di Michela Osimo. Da Foggia un magistrato, Domenico Seccia, ricostruisce le intercettazioni di una normale criminalità mafiosa.

     

     


Chi ha acquistato questo libro ha comprato anche