1. Condividi su Facebook Condividi via E-Mail Condividi su Twitter

    Un mondo giovane
    978-88-6965-767-2

    AAVV

    €21.17 €24.9015%



    20 x 24 cm
    112 pagine
    55 fotografie a colori e in bianco e nero
    brossura

     

    Il libro accompagna la mostra a cura di Alessandra Mauro che sarà esposta presso Fondazione Carispezia, a La Spezia, dal 15 dicembre 2018 al 3 marzo 2019.

    Un mondo giovane. Le nuove generazioni nello sguardo dei fotografi Magnum, un volume che raccoglie le immagini di alcuni fotografi di una delle agenzie più importanti a livello internazionale, la Magnum Photos. Abbas, Olivia Arthur, Bruno Barbey, Werner Bischof, Antoine d’Agata, Alex Majoli, Lorenzo Meloni, Wayne Miller, Martin Parr, Alessandra Sanguinetti ci raccontano il mondo dei giovani dal 1950 ad oggi.

    Alla fine degli anni Quaranta, Robert Capa, insieme ai suoi colleghi a Magnum, dà vita a un nuovo progetto, Generation X, col quale si propone di osservare la realtà dal punto di vista dei giovani. Chi erano i nuovi ventenni? Quello che loro erano stati, le speranze che avevano coltivato, i loro tormenti, le loro trasgressioni. Partì così l’idea di fare dei giovani i soggetti di un progetto che, da quel momento in poi, passerà di mano in mano – o forse di obiettivo in obiettivo – attraverso i fotografi entrati a far parte di questa agenzia.

    “Stavamo già decidendo di sparpagliarci nel mondo e scegliere ognuno un ragazzo e una ragazza in dodici paesi nei cinque continenti, per scoprirne le abitudini, la storia passata e le speranze per il futuro”. Robert Capa

    Così come la mostra che accompagna - esposta fino al 3 marzo 2019 nella sede della Fondazione Carispezia (La Spezia) - il volume Un mondo giovane propone i reportage dei diversi fotografi sul mondo dei giovani, in ogni parte del mondo, sotto diversi punti di vista e in diverse epoche. Un percorso che va da Werner Bischof, che nel dopoguerra viaggia tra India e Giappone seguendo tre ragazzi, a Wayne Miller, che sceglie come soggetti i suoi figli; da Dennis Stock, che ci racconta le comunità hippy californiane, a Bruno Barbey e i suoi scatti del Sessantotto parigino. Tra le immagini troviamo poi le foto di Abbas, che tocca il tema profondo della religione; il lavoro precario con i call center nelle fotografie di Martin Parr; l’emarginazione con l’installazione di Antoine D’Agata. Lorenzo Meloni, invece, sceglie di ritrarre i giovani e la guerra in Siria; Olivia Arthur indaga le identità spezzate delle donne dell’Arabia Saudita; Alex Majoli mostra la paura dell’attacco terroristico, proponendo la serie sull’attentato al Bataclan a Parigi nel 2015. Infine, il libro presenta le immagini di Alessandra Sanguinetti che, quasi come un romanzo di formazione, segue la crescita di due cugine della pampa argentina, Guille e Belinda.

    Completano il volume una introduzione di Alessandra Mauro e un testo di Roberto Cotroneo.