1. Condividi su Facebook Condividi via E-Mail Condividi su Twitter

    Primavere arabe - e-book
    978-88-6965-369-8

    AAVV

    €3.49



    Riconsiderare ciò che è accaduto dalla fine del 2010 fino al 2011 è un’opera necessaria. Lo Straniero ha seguito, mese dopo mese, tutti gli eventi.
    Primavere arabe raccoglie per la prima volta in un’unica pubblicazione le voci di diversi autori tra cui Marco Ansaldo, Alessandro Leogrande, Béatrice Hibou, Jamil Hilal e Pietro Veronese, attraverso reportage, diari sul campo, interviste, editoriali, saggi e traducendo interventi maturati all’interno del dissenso dei paesi del Maghreb.

    I testi presentati colgono tutti i sintomi di una frattura culturale, generazionale, sociale, non solo politica. Come se le manifestazioni oceaniche, e in grandissima parte non-violente, contro quelle immobili autocrazie e le caste intorno a esse instauratesi, rimandassero immediatamente a una sfera di rivendicazioni, ideali, tensioni ben più ampia. Sono state definite “primavere” più che “rivoluzioni”, perché si sono caratterizzate più come un movimento collettivo, un anelito alla libertà e alla giustizia, che non come un progetto rivoluzionario compiuto. Hanno rivelato un intreccio di realtà e idee esplosivo.

    Testi di: Neliana Tersigni, Pietro Veronese, Olivier Roy, Andrea Teti, Alessandro Triulzi, Alessandro Leogrande, Pierluigi Sullo, Elisa Ferrero, François Bayart, Matteo Petrini, Béatrice Hibou, Matteo Petrini, Amin Allal, Chiara Scorzoni, Armando Salvatore, Domenico Chirico, Marco Ansaldo, Giuliano Battiston, Maria Cristina Ercolessi, Vittorio Sergi, Miriam Giannantina, Francesca Borri, Jafar Panahi, Maurizio Braucci, Franco Cassano, Jamil Hilal.