1. Condividi su Facebook Condividi via E-Mail Condividi su Twitter

    Piemonte
    978-88-6965-208-0

    Koudelka Josef

    €38.25 €45.0015%



    20,5x33 cm
    160 pagine
    78 fotografie in b/n
    rilegato 

    Sfoglia il libro

     

    Koudelka racconta il Piemonte, terra di passaggio, di conquiste, di lotte, di lavoro. Una terra di meraviglie e di ferite. A ogni scatto corrisponde un’emozione. 

    Antiche corti e tracce di trattori. Manufatti abbandonati al cospetto delle cime. Animali diretti al pascolo e intenti a riposare. Strade, piste, ponti, scale elicoidali. Paesaggi d’acqua che paiono lunari. Distese di rocce, risaie, serre, laghi, castelli, cantieri, viadotti, nuvole. Alberi spogli e prati fioriti. Cemento. Ferro. Cigni. Cavalli. Tubi di plastica che escono dalle montagne. Piloni di calcestruzzo che spuntano dai prati. Paesaggi da cui l’uomo è stato rimosso, ma in cui la presenza è comunque costante attraverso i segni, spesso indelebili, del suo passaggio.
    Un’occasione unica per scoprire un Piemonte invisibile ai più, ma svelato da Koudelka in tutta la sua forza e bellezza. Uno degli autori più celebri che ha lasciato una traccia indelebile, incancellabile, nella storia della fotografia. Un racconto esclusivo dedicato al territorio italiano.


    Nato nel 1938 in Cecoslovacchia, Koudelka studia ingegneria a Praga e scatta foto di scena. Ritrae gli zingari mentre lavora come ingegnere aeronautico. Dal ’67 si dedica completamente alla fotografia. Nell’estate del ’68 documenta l’invasione sovietica di Praga. Le sue foto passano la frontiera di nascosto, Magnum le distribuisce anonime e il reportage riceve il premio Robert Capa; verranno pubblicate con il suo nome solo nel 1984. Nel ’70 lascia il suo paese e trova asilo in Inghilterra. Nel ’71 si associa a Magnum (membro nel 1974). Nel 2006 esce il grande volume retrospettivo Koudelka e nel 2008 Invasione Praga 68.


    Giuseppe Culicchia è nato a Torino nel 1965. Ormai considerato una delle voci più autentiche della narrativa italiana degli ultimi anni è stato scoperto da Pier Vittorio Tondelli che pubblica alcuni suoi racconti nell’antologia Papergang-Under 25. Ispirato da autori come Hemingway, Carver, Bukowski e Bret Easton Ellis, ha esordito nel 1994 con Tutti giù per terra, romanzo che si è rivelato uno dei casi letterari più sorprendenti degli ultimi anni, vincitore dei Premi Montblanc e Grinzane Cavour, a cui ha fatto seguito Paso doble (1995). I suoi libri sono tradotti in Francia, Germania, Olanda, Grecia, Spagna, Catalogna e Russia. Giuseppe Culicchia collabora con numerose riviste e quotidiani, tra cui La Stampa.


Chi ha acquistato questo libro ha comprato anche